• 4 March 2024

FONDO IMPRESA DONNA 2022 – LO SVILUPPO A PORTATA DI COMPETENZE

Sono orgoglioso di questo importante intervento, un vero volano per l’imprenditoria femminile“, ha dichiarato il ministro Giancarlo Giorgetti a proposito di Fondo Impresa Donna. Quest’ultimo è la risorsa prevista dal PNRR che andrà a finanziare Fondo Impresa Femminile e altri incentivi per l’imprenditoria femminile 2022 e oltre.

Obiettivo è valorizzare il genio, l’intraprendenza e la tenacia delle donne nel mondo dell’industria nelle sue diverse espressioni ed è quello che vogliamo ottenere con quest’insieme di misure studiate ad hoc per tanti ambiti“, ha aggiunto Giorgetti.

Il 40% della dotazione finanziaria del nuovo Fondo per l’impresa femminile sarà destinato al finanziamento di attività e progetti da realizzare nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Per questa e altre ragioni la nuova misura di incentivo al lavoro autonomo e d’impresa delle donne per il 2022 è una delle più importanti fra quelle previste dai finanziamenti a fondo perduto in Italia.

Alla fine del 2021 Giorgetti ha firmato il decreto interministeriale che rende operativo il Fondo Impresa Femminile di Invitalia insieme al ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco e alla ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti. 

Dopo la registrazione da parte della Corte dei conti, il Mise stabilirà la data a partire dalla quale sarà possibile presentare le domande attraverso il sito di Invitalia. Al momento, pertanto, non è possibile richiederlo.

Grazie al nuovo Fondo Impresa Donna, il MISE ha comunicato di aver raggiunto un altro obiettivo del PNRR nei tempi stabiliti dal cronoprogramma nell’ambito della missione “Inclusione e coesione” del Recovery Plan, cui in totale vengono dedicati 27,62 miliardi di euro.

Il PNRR italiano e i finanziamenti a fondo perduto 2022 si concentrano in particolare su giovani, donne e Sud.

COME FUNZIONA FONDO IMPRESA DONNA

Come dicevamo, Fondo Impresa Donna è la misura prevista dal PNRR per il sostegno dell’imprenditorialità femminile.

Non si accede quindi direttamente a Fondo Impresa Donna, ma si accede piuttosto ai bandi che quest’ultimo andrà a finanziare.

Una volta creato e messo a regime, Fondo Impresa Donna rafforzerà:

  • misure già esistenti lanciate per supportare l’imprenditoria, come NITO e Smart&Start, con risorse dedicate specificatamente all’imprenditoria femminile;
  • il nuovo Fondo Impresa Femminile;
  • misure di accompagnamento (mentoring, supporto tecnico-gestionale, misure per la conciliazione vita-lavoro, etc.), campagne di comunicazione multimediali, eventi e azioni di monitoraggio e valutazione.

Il Fondo ha già permesso il rifinanziamento di NITO, mentre lo sportello di Smart&Start Italia è sempre stato attivo.

Chi vuole assistenza per poter ricevere informazioni e accompagnamento per la concreta partecipazione al bando può rivolgersi all’Ufficio Progettazione dell’Università Popolare LUCE a info@universitaluce.it

Author

areatecnica@scagency.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *