• 21 February 2024

Uno studente-rider di 26 anni fiorentino, Sebastian Galassi, lo scorso 2 ottobre è morto per un incidente in scooter mentre lavorava facendo consegne per Glovo.

Una delle ultime consegne da fare non è mai stata effettuata a causa dell’incidente, e proprio per questa consegna mancata il ragazzo è stato licenziato con un messaggio automatico dall’azienda di delivery.

La morte di Sebastian indica due problemi che non vengono affrontati ancora nel modo giusto, ovvero i diritti dei lavoratori – perché a quanto pare basta una mancata consegna per perdere il posto di lavoro – e i loro diritti e la loro tutela in termini di sicurezza sul lavoro.

La vicenda indica una mancanza di umanità in casi del genere e fa riflettere su quante situazioni di disuguaglianza ci siano e che sono silenziate.

Attualmente la magistratura fiorentina ha aperto un’inchiesta e la Cgil di Firenze ha annunciato uno sciopero di 24 ore lo scorso 5 ottobre.

Glovo si è scusata per la morte di Sebastian e ha dichiarato che pagherà metà delle spese per il funerale.
TANTO MISERABILI DA NON “POTERSI PERMETTERE” NEANCHE IL PAGAMENTO INTEGRALE DELLE SPESE PER IL FUNERALE!!
VERGOGNA!!!!!!!!!

Author

areatecnica@scagency.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *