• 4 March 2024

Irruzione dei carabinieri, liberi e illesi gli ostaggi che si trovavano all’interno

E’ stato trovato morto il luogotenente Doriano Furceri, comandante della stazione dei carabinieri di Asso, in provincia di Como, dove per tutta la notte è rimasto asserragliato il brigadiere Antonio Milia, che nel tardo pomeriggio di ieri si era barricato nella caserma dopo avergli sparato.

Lo confermano gli investigatori che, dopo l’irruzione dei reparti speciali all’alba di oggi, stanno cercando di capire i motivi del gesto del brigadiere, uscito zoppicando dalla caserma.

Nel corso dell’irruzione nella caserma, un carabiniere del Gruppo di intervento speciale (Gis) è rimasto ferito in modo non grave.

Il militare è stato colpito a un ginocchio da un colpo di pistola del brigadiere Antonio Milia, che ha sparato, prima di essere bloccato e disarmato, alla vista di un cane delle unità cinofile.

Prima dell’irruzione nella caserma, i carabinieri per tutta la notte avevano trattato la resa del brigadiere, asserragliato dopo aver sparato al comandante della stazione. Il militare sarebbe uscito zoppicando prima di essere preso in consegna dai colleghi.

Liberi, e illesi, intanto, gli ostaggi che si trovavano nella caserma. Si tratta di una donna carabiniere, che ha trascorso la notte chiusa in una camerata, in sicurezza, e delle famiglie degli altri militari, che si trovavano negli alloggi di servizio, a distanza dall’assalitore.

Author

areatecnica@scagency.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *