• 14 June 2024

La televisione di Stato russa ha trasmesso un video del ministro della Difesa che ispeziona le forze russe in Ucraina. Ancoranessuna notizia di Prigozhin. Telefonata Biden-Zelensky sulla crisi

La televisione di Stato russa ha trasmesso un video del ministro della Difesa Sergei Shoigu che ispeziona le forze russe in Ucraina, la sua prima apparizione pubblica dopo l’aborto della ribellione del gruppo paramilitare Wagner.

Secondo gli estratti trasmessi dal canale televisivo Rossia 24, il ministro Shoigu, bersaglio di aspre critiche da parte del leader di Wagner Evgeny Prigozhin, si è recato in un posto di comando delle forze russe in Ucraina e ha “tenuto una riunione con i leader” di una delle unità.

Il fallito colpo di stato del leader del gruppo paramilitare Wagner, Evgeny Prigozhin, rivela “vere crepe” al più alto livello dello stato russo. A dirlo è il capo della diplomazia americana, Antony Blinken. Prigozhin “ha sfidato direttamente l’autorità di Putin”, e questo “solleva vere domande e rivela vere crepe” ai vertici del Cremlino, ha detto il segretario di stato americano intervistato dalla Cbs.

Gli Stati Uniti nelle ultime 24 ore hanno tenuto intense consultazioni con gli alleati europei sulla crisi in Russia, ma fino a oggi si erano astenuti dal commentare direttamente gli eventi. Lo stesso Blinken ha discusso ieri della situazione in Russia con i suoi omologhi dei paesi del G7, nonché con la Polonia e la Turchia. In un giro di trasmissioni televisive domenicali su diversi network, Blinken ha detto che è ancora “troppo presto” per speculare sull’impatto della crisi sulla Russia o sulla guerra in Ucraina.

Ma “nella misura in cui l’attenzione della Russia viene deviata questo crea, credo, un ulteriore vantaggio” per l’Ucraina nel bel mezzo di un’offensiva contro le forze russe, ha detto. “È troppo presto per sapere come andrà a finire. È un quadro in evoluzione”, ha detto, “ma il fatto che tu abbia qualcuno dentro che mette in dubbio l’autorità di Putin e si chiede direttamente perché ha lanciato questa aggressione all’Ucraina, di per sé è qualcosa di molto potente.” “Dovevano difendere Mosca dai mercenari che loro stessi hanno creato”, ha detto ancora Blinken, insistendo sul “fallimento strategico” del presidente russo in Ucraina.

Mistero sulle sorti di Prigozhin
A 24 ore dall’annuncio dell’accordo per il ritiro delle truppe Wagner giunte a pochi chilometri da Mosca “per non versare sangue russo”, non ci sono più aggiornamenti sulle sorti del capo della ribellione Evgenij Prigozhin. Destinato alla Bielorussia, il suo “status” nel Paese satellite della Russia, il cui presidente Aleksander Lukashenko ha mediato con il Cremlino ottenendo che Prigozhin non sarà perseguito, non è chiaro. Secondo la Cnn, che ha provato a contattare il suo addetto stampa, questo ha risposto che darà notizie quando sarà possibile. Intanto il presidente lituano si è detto preoccupato della possibile permanenza del capo di Wagner nello Stato confinante.

Telefonata tra Zelensky e Biden
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto con il presidente Usa Joe Biden “una conversazione positiva e stimolante”. In una telefonata oggi, i due leader hanno discusso “delle ostilità e dei processi in corso in Russia – ha scritto Zelensky sul suo profilo Telegram – Il mondo deve esercitare pressioni sulla Russia fino al ripristino dell’ordine internazionale. Ho ringraziato il Presidente degli Stati Uniti per il sostegno incessante all’Ucraina”.

Colloqui tra Putin e Lukashenko
Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha avuto colloqui telefonici con il suo omologo russo Vladimir Putin e il primo presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev. Lo riferisce l’ agenzia bielorussa BelTA. La conversazione con Putin è avvenuta questa mattina, mentre nel pomeriggio Lukashenko ha avuto un colloquio con Nazarbayev, con il quale ha discusso della situazione internazionale, della situazione nella regione e delle relazioni bielorusso-kazake

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *