• 14 June 2024

Di fronte alle crescenti sfide, l’UE è alla ricerca dei modi migliori per sostenere gli agricoltori europei e adattare le politiche agricole dell’UE, tenendo conto delle loro esigenze.
Per raggiungere questo obiettivo, come promesso nel suo discorso sullo stato dell’Unione del settembre 2023, la presidente von der Leyen ha avviato il dialogo strategico sul futuro dell’agricoltura.
La Commissione europea sta riunendo agricoltori, proprietari di negozi alimentari locali, rivenditori europei, organizzazioni di consumatori, gruppi ambientalisti, istituzioni finanziarie e mondo accademico per condividere idee e ascoltare le esigenze degli agricoltori.
Il professor Peter Strohschneider è stato nominato presidente del Dialogo, sulla base della sua lunga esperienza, in particolare come presidente della Commissione per il futuro dell’agricoltura del governo federale tedesco.
Scopo del dialogo Il dialogo è fondamentale per sviluppare una comprensione congiunta del futuro sistema agricolo e alimentare dell’UE. Affronterà le seguenti sfide e opportunità: Come possiamo offrire ai nostri agricoltori e alle comunità rurali in cui vivono una prospettiva migliore, compreso un tenore di vita equo?
Come possiamo sostenere l’agricoltura entro i confini del nostro pianeta e del suo ecosistema?
Come possiamo sfruttare meglio le immense opportunità offerte dalla conoscenza e dall’innovazione tecnologica?
Come possiamo promuovere un futuro luminoso e prospero per il sistema alimentare europeo in un mondo competitivo?
Il dialogo sarà un’opportunità per ascoltare le prospettive, le ambizioni, le preoccupazioni e le soluzioni degli agricoltori e di altre principali parti interessate di tutta la filiera agroalimentare, con l’obiettivo di trovare un terreno comune per il futuro del settore agroalimentare dell’Unione.
Cosa sta facendo l’UE per l’agricoltura Agricoltura biologica nei Paesi Bassi?
La Commissione europea ha già lanciato un sistema di sostegno quinquennale per gli agricoltori sotto forma di una nuova politica agricola comune (PAC) nel 2023.
Questa ha ricevuto 300 miliardi di euro di finanziamenti e comprende incentivi più forti per aiutare i nostri agricoltori ad adottare misure più sostenibili e più resilienti. pratiche.
Gli agricoltori verranno pagati extra per il loro rendimento se immagazzinano anche carbonio. Nei loro piani strategici della PAC, gli Stati membri stanno indirizzando livelli di sostegno più forti a coloro che ne hanno più bisogno.
Ad esempio, oltre il 10% dei pagamenti diretti dell’UE, che rappresentano 4 miliardi di euro all’anno, saranno riassegnati alle aziende agricole più piccole.
Abbiamo anche aumentato il sostegno di emergenza per i disastri naturali e gli shock dei prezzi. Solo nel 2023, l’Europa ha fornito assistenza eccezionale per oltre 500 milioni di euro agli agricoltori più colpiti dalle crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *