• 14 June 2024

Videomessaggio nella notte. Continua l’assedio a Mariupol

Ventiquattro giorni dopo l’invasione di Mosca in Ucraina, la guerra continua su più fronti.

La Russia afferma di aver usato missili ipersonici.

Due bambini e una donna sono stati ritrovati morti sotto le macerie dopo i bombardamenti nella città di Rubizhne nella regione di Lugansk, secondo quanto riferisce l’esercito ucraino su Telegram. Mentre una bambina è stata ritrovata viva sotto le macerie.

La Duma, la Camera bassa del Parlamento russo, lancia un appello a Paesi occidentali, Nato e Usa affinché non mandino più “armi e mercenari” in Ucraina. Se vogliono la pace mandino piuttosto “aiuti umanitari agli ucraini”.

L’AVVERTIMENTO ALL’ITALIA – “Le sanzioni non sono una nostra scelta. Non vorremmo che la logica del ministro dell’Economia francese Bruno Le Maire, che ha dichiarato la “totale guerra finanziaria ed economica” alla Russia, trovasse seguaci in Italia e provocasse una serie di corrispondenti conseguenze irreversibili”. E’ quanto ha affermato all’agenzia Ria Novosti Alexei Paramonov, direttore del dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo, citando anche il ministro Guerini.

 Secca la replica del ministero degli Esteri italiano che “respinge con fermezza le dichiarazioni minacciose di Paramonov” e invita il ministero degli Esteri russo ad  “agire per la cessazione immediata dell’illegale e brutale aggressione nei confronti dell’Ucraina, che la Farnesina condanna fortemente’.

‘L’Italia, con i partner europei ed internazionali – sottolinea una nota – continuerà a esercitare ogni pressione affinché la Russia torni nel quadro della legalità internazionale’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *