• 27 May 2024

Maltempo nelle Marche, bomba d’acqua e grandine su Pesaro: strade come fiumi. Grandine, acqua, vento.
Scuole chiuse e allarme arancione: paura per il fiume Misa a Senigallia

È stata una mezz’ora di paura quella vissuta ieri pomeriggio a Pesaro per l’abbattersi di una forte grandinata che sembrava neve.

Ci sono stati allagamenti in varie zone, i sottopassi per diverso tempo sono stati impraticabili con intervento dei vigili del fuoco in varie parti.

Sulla vecchia Flaminia, all’altezza di Tavernelle di Colli al Metauro, si segnalano smottamenti che hanno ostruito la strada. Sembra che la grandine, formata da chicchi non grandi, non abbia provocato danni alle vetture e, si spera, alle colture.

Frane e smottamenti nel Fermano e nel Maceratese. Esondati Ete e Tenna

A causa del maltempo è pesante la situazione anche nelle Marche: strade invase dall’acqua e per questo chiuse alla viabilità e violente mareggiate lungo la costa. Sono oltre 200 i Vigili del fuoco impegnati in quest’area.

Nel Pesarese i soccorritori fluviali hanno evacuato a Colombarone una famiglia, tra cui una neonata di 4 mesi, bloccata dall’acqua nella propria abitazione, mentre a Granarola di Gradara (Pesaro-Urbino) sono stati soccorsi un uomo disabile e una donna bloccati in casa dall’acqua.

Nella notte a Senigallia, in provincia di Ancona, la situazione del fiume Misa è stata costantemente monitorata. Il livello del fiume è tornato a salire a causa delle precipitazioni a monte e dell’innalzamento del livello del fiume Nevola.

Anche il reticolo minore, sebbene stressato dall’intensa pioggia, al momento non presenta criticità.

La situazione
Anche oggi nella cittadina, come nei comuni dell’hinterland senigalliese, a Mondolfo, Fano, Pesaro e Urbino, le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse per l’allerta meteo arancione (rischio idrogeologico e idraulico) per le previsioni di precipitazioni consistenti anche se in misura inferiore a ieri.

La protezione civile pronostica la fine delle piogge per il primo pomeriggio nelle Marche come in Emilia-Romagna. Il sindaco di Senigallia Massimo Olivetti ha fatto sapere che si sono verificate alcune criticità sulla Provinciale Arceviese, tra Borgo Passera e il Vallone, dovute alla presenza di fango sulla carreggiata.

La strada è stata ripulita ed è tornata percorribile.

Le strade chiuse
Restano chiuse al transito alcune strade e sottopassi. Dall’alba sono al lavoro i mezzi per la pulizia delle strade per riportare alla normale percorribilità la rete stradale urbana. L’allerta meteo non è ancora superata e il Centro Funzionale della Regione Marche ha previsto ancora precipitazioni a partire dalla mattinata di oggi.

Si registrano anche frane e smottamenti nel Fermano e nel Maceratese. I fiumi Ete e Tenna sono esondati in alcuni tratti. Sottopassi allagati lungo la costa: a Porto San Giorgio, un’auto è stata danneggiata, mentre percorreva un sottopassaggio da ramo caduto e coperto dall’acqua.

A Belmonte Piceno, i vigili del fuoco stanno soccorrendo due persone rimaste intrappolate in auto tra due frane.

I vigili del fuoco di Pesaro sono ancora fuori per rispondere alle chiamate dovute ai sottopassi inondati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *