• 21 February 2024

La situazione della viabilità in seguito al maltempo che ha colpito l’Emilia-Romagna.

ASPI METTE IN SICUREZZA LO SMOTTAMENTO IN A1 – Autostrade per l’Italia ha terminato le attività di messa in sicurezza dello smottamento dovuto al maltempo, nel tratto compreso tra Sasso Marconi nord e il bivio con la A1 Direttissima, in direzione Firenze, dove il traffico transita su due corsie e si registrano 9 chilometri di coda, in diminuzione.

Resta esclusa al traffico la terza corsia – precisa Aspi – per consentire ai tecnici di mantenere un monitoraggio costante del versante e consentire l’operatività dei mezzi impegnati.

Per ridurre la congestione nel nodo bolognese, i veicoli con massa oltre 7,5 tonnellate che percorrono la A1 in direzione Bologna vengono deviati all’altezza di Parma – dove si registrano 12 chilometri di coda – lungo la A15 in direzione La Spezia, da cui proseguire lungo la A12 verso Pisa e la A11 verso Firenze, per poi reimmettersi in A1. Lo stesso percorso è consigliato ai veicoli leggeri che da Milano sono diretti verso Firenze-Roma. In alternativa, per chi proviene dal Nord Ovest, è possibile seguire la A7 per Genova, quindi la A12 verso Pisa, successivamente la A11 in direzione Firenze, per prendere poi la A1 verso Roma. È attivo il provvedimento di accumulo in carreggiata dei veicoli oltre le 7,5 tonnellate all’altezza di Modena Sud, con rilasci cadenzati da parte della Polizia Stradale, a seconda della viabilità in corrispondenza del nodo bolognese.

RIAPERTI TRATTI DELLA A14 IN EMILIA – Continuano le operazioni della task force di Autostrade per l’Italia nelle aree colpite dall’emergenza maltempo, grazie al lavoro delle squadre e al miglioramento meteo dell’ultima fase, è stato possibile riaprire il tratto compreso tra Rimini Nord e Cesena Nord in direzione Bologna e il tratto compreso tra Forlì e Cesena Nord in direzione Ancona. Lo comunica Autostrade per l’Italia. Restano invece chiusi al traffico i tratti autostradali della A14 Bologna – Taranto tra il bivio con la diramazione di Ravenna e Forlì in direzione Ancona oltre a quello tra Cesena Nord e Faenza in direzione Bologna. Resta sulla A14, in direzione nord per i veicoli con massa complessiva superiore 7,5 tonnellate, l’uscita obbligatoria ad Ancona Nord, per poi proseguire lungo la strada statale 76 in direzione Fabriano/Perugia.

SULLA A1 RIAPERTE DUE CORSIE VERSO FIRENZE – Sula A1 sono state riaperte al traffico due corsie verso Firenze, dopo lo smottamento tra Sasso Marconi nord e il bivio con la A1 Direttissima in direzione Firenze: continuano le operazioni della task force di Autostrade per l’Italia nelle aree colpite dall’emergenza maltempo. Le squadre di Aspi sono impegnate in operazioni di ripristino della piena fruibilità del tratto, costantemente monitorato. È stata rimossa la corsia in deviazione sulla carreggiata opposta, installata nelle prime ore della mattina, e attualmente il traffico transita, appunto, su due corsie in direzione Firenze. Nel tratto si registrano 15 km di coda verso Firenze e 9 km in direzione Bologna. Per ridurre la congestione in corrispondenza del nodo bolognese, i veicoli con massa oltre le 7,5 tonnellate che percorrono la A1 in direzione Bologna verranno obbligatoriamente deviati all’altezza di Parma lungo la A15 Parma – La Spezia da cui proseguire lungo la A12 in direzione Pisa e la A11 in direzione Firenze per poi reimmettersi in A1. Lo stesso percorso è consigliato ai veicoli leggeri che da Milano sono diretti verso Firenze/Roma.

NEL BOLOGNESE CHIUSE O DANNEGGIATE DECINE DI STRADE – Sono decine le strade chiuse o danneggiate dalle frane o dagli allagamenti nel territorio della provincia di Bologna. “La viabilità è compromessa in gran parte del territorio metropolitano. Si invita la popolazione a non effettuare spostamenti se non per reali necessità anche per agevolare il transito dei mezzi di emergenza e soccorso”, scrive la Città metropolitana.

A MODENA CHIUSI DUE PONTI PER LA PIENA DEL SECCHIA – La Provincia di Modena comunica di aver provveduto alla chiusura al transito dei ponti ‘Pioppa’, sulla strada provinciale 11, e quello di Concordia, sulla provinciale 8, a causa della piena del fiume Secchia che ha portato al raggiungimento dei livelli idrometrici di sicurezza. Sempre nel Modenese, fa sapere ancora la Provincia, restano chiusi il ponte Motta a Cavezzo e il ponte Navicello Vecchio sulla diramazione della strada provinciale 255 tra Modena e Nonantola, sul fiume Panaro.

APERTA STRADA IN ALTO MUGELLO, RECUPERATE DUE PERSONE – Due persone, che erano rimaste isolate a Lutirano, frazione di Marradi (Firenze) in Alto Mugello, sono state recuperate questa mattina dopo che è stata aperta la strada ai mezzi leggeri. L’apertura grazie al lavoro del gruppo operativo speciale. Altre tre persone sono rimaste, invece, in una struttura ricettiva a Badia della Valle. Durante la giornata, fanno sapere i vigili del fuoco, verranno effettuate ulteriori verifiche alla viabilità e agli edifici. Al momento non sono in atto precipitazioni.

Author

areatecnica@scagency.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *