• 27 May 2024

Il presidente della Cina a colloquio con Macron e Scholz deplora il conflitto in Europa e pronuncia per la prima volta la parola “zhanhuo” ossia “fiamme di guerra” abbandonando le cautele del passato
Alla fine il presidente cinese Xi Jinping ha menzionato la parola guerra, in forma sfumata, ma l’ha pronunciata. La situazione in Ucraina è “preoccupante” e la Cina “deplora profondamente” la guerra in Europa, ha detto Xi nel colloquio video avuto con il presidente francese, Emmanuel Macron e con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, il primo confronto con leader occidentali dall’invasione della Russia.Pechino sostiene il rispetto di “sovranità e integrità di tutti i Paesi”, ma anche le “legittime preoccupazioni in materia di sicurezza. Il presidente Xi ha concluso il suo intervento dicendo che “tutti gli sforzi per la soluzione pacifica dovrebbero essere supportati”. Nel resoconto del network di Stato cinese Cctv, l’invasione russa dell’Ucraina è stata poi descritta con termini ancora più netti quando, appunto, ha parlato di “zhanhuo”, traducibile come “fiamme di guerra”.

Author

areatecnica@scagency.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *